fei racing team
Garage
Adrenalina
Photo
Il Team
Download
Chat
Forum
Special Parts
Mercatino
I Link
Gli Zainetti
Dai Raduni..
Il Meteo





Ricerca all'interno di: MotoGPicci
Inserisci un'altra parola
Risultati 10  20  30
Estoril
Gara strana e ricca di spunti quella delle 125 sul circuito portoghese

Gara stranae ricca di spunti quella delle 125 sul circuito portoghese.

Doviziosotenta la fuga sin dalla partenza braccato dalle solite KTM che sul lungorettifilo dell’Estoril fanno valere il oro gran motore; alla seconda curva giàil primo colpo di scena. Jenkner tira una gran spallata a Lorenzo che perdeposizioni ma resta in piedi mentre il tedesco finisce a terra. Purtroppo la 125sta diventando molto dura, con colpi non sempre così regolari; la direzione delcampionato li ha già richiamati ma di provvedimenti fino ad ora neanchel’ombra. Insomma, molte parole e pochi fatti. In effetti questi ragazziandrebbero rimessi un po’ in riga a mio avviso perché diventa rischioso semantengono questi comportamenti un domani nelle classi maggiori. Vedremo!

Ritornandoalla gara la prima sorpresa arriva dalle Gilera che si rivedono tra i primi;Fabrizio Lai scala posizioni arrivando a ridosso del podio e Perugini lo segue aspron battuto mentre Lorenzo sembra arrancare. Ma si sa, le gare della 125 sonosempre dei lunghi trenini nei quali Locatelli fa fatica a rimanere.

Alle spalledi Dovizioso e delle velocissime KTM c’è l’altro pilota del team Scot,Simone Corsi in palla come non mai quest’anno. Il leader del mondiale tenta lafuga ma con scarso successo, mentre rimontano posizioni su posizioni Barbera eil solito Lorenzo Por fuera. Il gioco delle scie è importante su un rettilineocome quello portoghese al punto che, quando Stoner sfolla, Corsi lo tamponasullo scarico esibendosi in una pericolosa caduta in pieno rettilineo.

Purtroppol’urto danneggia lo scarico della moto di Stoner che deve ritirarsi. Peccatoperché sia pilota che moto meritano grandi risultati per la stagione che stannofacendo. Ma le sorprese non sono finite. Dovizioso alza la testa, rallentavistosamente… si pensa ad un grippaggio; deve ritirarsi. Arrivato ai box siscopre il problema. Gomma forata da un chiodo raccolto probabilmente sullapitlane. Mentre Barbera arriva in testa Lorenzo aggancia Kallio con la sola KTMrimasta in pista. Il giovane spagnolo tira fuori ancora un paio di numeri delsuo repertorio ma oggi il traguardo è troppo lontano favorendo il motore dellamoto austriaca. Così Barbera vince davanti a Kallio e un Lorenzo a cui anche ilpodio sta sempre stretto. E le gilera? Beh hanno fatto finalmenteun’apparizione tra i primi e il decimo e dodicesimo posto devono servire dastimolo per fare bene questa seconda metà di stagione. Locatelliirriconoscibile finisce nono e perde una grande occasione di riavvicinareDovizioso.

Una bellanota arriva dalla malaguti che con Talmacsi conclude settima ma è stato bellovedere l’ungherese nel primo gruppone.

Fa piacerevedere una piccola azienda arrivare lassù in cima.

 

250.

 

La quarto dilitro offre un altro spunto. Le honda che tornano ad alti livelli. Finora si eravisto soprattutto Pedrosa e Rolfo sul bagnato. In Portogallo è rispuntato iltalento di Elias su una moto che torna al vecchio telaio e sembra rinata.Avevano montato lo stesso tipo di sospensione che usa la RC211 ovvero con ileverismi in alto, ma probabilmente come si diceva per la sorella maggiore ancheper la piccola duetempi non è così semplice da mettere a punto. Il gruppo sisgrana ben presto con Porto a fare da lepre e il giovane Elias con tanta vogliadi vincere a marcarlo. De Puniet li segue a distanza mentre Pedrosa non sembrail solito… sarà ingrassato?

Dopo unabella battaglia la spunta vince quello con più voglia… proprio il giovanepilota honda ha la meglio su un Porto sempre molto veloce ma incostante.

Nei box siscopre di nuovo l’arcano che probabilmente ha limitato le prestazioni delleader del mondiale, Daniel Pedrosa, che chiude con un quarto posto; anche luicome Dovizioso (anch’egli leader di classifica) rientra a fine gara con unchiodo nella gomma posteriore. Sono convinto che Rossi avrà fatto qualche ritotribale per tenere lontano i chiodi. Alle loro spalle un De Angelis moltoveloce, che tiene un ottimo passo ma che come al solito sbaglia la prima partedi gara, per essere poi costretto a rincorrere. Peccato perché aveva davvero ungran passo. Poggiali sempre più in crisi finisce settimo; difficile capirecos’abbia quest’anno il Sammarinese, forse incomprensioni con la squadra oforse è un problema mentale fatto sta che non sembra neanche l’ombra delpilota che ha vinto il titolo mondiale all’esordio. L’ultima honda è quelladi Rolfo, sempre meno a suo agio con la RSW che sembra fatta su misura per ipiccoli spagnoli. Il torinese forse non è un fenomeno ma è un ottimo pilotaveloce e concreto e meriterebbe qualcosa in più in termini di risultati.

Speriamo chesul circuito della honda tra due settimane possa avere qualche chance in più.

 

MotoGp

La gara vera dura meno di un giro:bellissima partenza da parte di capirossi che dalla 4 fila si ritrova primo,rossi infila biaggi due curve dopo e attacca capirossi al tornantino... e quibiaggi combina il guaio: per non perder terreno da rossi si butta in un varcoimpossibile toccando capirossi ( che si ritrova ultimo) e andando in terracompromettendo il suo campionato. L'errore a me pare madornale sia di guida chedi testa, rischiare tutto al primo giro è sintomo di insicurezza. La garadiventa subito noiosa come poche quest'anno: Rossi in solitario davanti, Tamada( che ritorna ad ottimi livelli dopo un paio di gare opache ) in solitariosecondo, Barros e Gibernau che vanno di pari passo senza nemmeno uno scambio diposizioni....

Ci pensa melandri a ravvivarla cadendo peraver messo le ruote sullo sporco; ha ragione a lamentarsi dello sporco in pistama in tre classi li c'è andato a mettere le ruote solo lui.... Unico motivo diinteresse la rimonta furiosa di capirossi, che alla fine concluderà settimodopo aver girato tutta la gara sui tempi di barros... certo per loris unaoccasione buttata al vento, comprensibile la sua arrabbiatura meno le suedichiarazioni rilasciate dopo la gara. Data la noiosità della gara giro canalee mi guardo in diretta la gara due di sbk ( SPETTACOLARE ) e mi ricoleggo pervedere in tempo l'ultimo giro: nulla è cambiato bene mi son perso poco.

Tre cose da aggiungere:

1) Rossi ha vinto la gara nel warm up,confermando l'importanza della squadra ma confermando anche che il più lucido ecostante li davanti è sempre lui

2) l'incredibile insistensa dei giornalistisul "gioco di squadra" che avrebbe dovuto fare la honda ( con teamdiversi ) per far arrivare secondo gibernau.... queste cose le fa solo laferrari e noi come italiani dovremmo vergognarci, il giorno in cui si faràanche in motogp il sottoscritto eviterà di vederla

3) la enorme tristezza nel vedere uno cometroy bayliss in crisi irreversibile...

Concludo con le condoglianze per Alessio Velini ragazzo di20 morto in STK ad assen mentre inseguiva il suo sogno

<< MOTEGI  | tutte |  Motogp Rio >>