Tutto per la tua moto
Garage
Adrenalina
Photo
Il Team
Download
Chat
Forum
Special Parts
Mercatino
I Link
Gli Zainetti
Dai Raduni..
Il Meteo





Ricerca all'interno di: MotoGPicci
Inserisci un'altra parola
Risultati 10  20  30
Welkom 2004
Finalmente è ricominciato!!
Ci siamo… finalmente è ripartito il motomondiale ma per nostra fortuna oltre alla tanto attesa motogp è ricominciata la 125 quella che fino a qualche anno fa era la classe più combattuta prima che i nostri campioni iniziassero a deliziarci nella categoria maggiore.
Anche la 125 è partita sotto la buona stella per i nostri colori con giovani bracconieri a caccia di vecchie volpi… A Welkom la vecchia volpe l’ha fatta un rinato Locatelli dopo la brutta esperienza in KTM; il bracconiere l’ha fatto il giovanissimo Dovizioso. Subito in fuga Locatelli da volpe ha cercato di tramutarsi in lepre scattando molto bene all’avvio dalla seconda posizione in griglia e accumulando un po’ di vantaggio già nel corso del primo giro. Forse ha qualcosa in più nella guida a gomme fredde dato che non è nuovo a certe fughe!
Subito a caccia si sono lanciati Dovizioso e “rolling” Stoner su un’altrettanto rinata KTM che è sembrata davvero in palla sulle alture sudafricane. I 3 hanno staccato subito il gruppo facendo un andatura troppo forte per il giovane Di Meglio e le altre vecchie volpi Borsoi e Giansanti. Chi è stato invece capace di riprenderli è stato lo spagnolo Pablo Nieto che mentre i primi due si studiavano e facevano il ritmo ha iniziato un bel duello con l’australiano della KTM con sorpassi a raffica. Intanto il Loca cercava di staccare il giovane alfiere Honda senza molto successo. E qui la vecchia volpe ha peccato. Ha lasciato che il cacciatore potesse studiarlo a fondo per sparare il proprio colpo quando ormai non c’era via d’uscita… Dovizioso infatti con un sorpasso da manuale lo infila nell’ultima curva senza lasciare possibilità di recupero al suo avversario che confidando in una traiettoria più favorevole ha tentato il sorpasso su un rettilineo troppo per certi recuperi.Ma la sfida dietro non è stata da meno anche se ad un ritmo leggermente più con Stoner che porta ad un anno dalla nascita la KTM sul podio davanti a Pablo Nieto.
Dietro di loro il giovane emergente Di Meglio e Borsoi che sembra dare segni risveglio dopo un deludente 2003.
Le note positive arrivano anche dalla Malaguti che con Talmacsi era nei primi sette prima di un guasto tecnico che lo ha costretto al ritiro; fa piacere vedere anche un’altra piccola casa italiana lì davanti… la competitività c’è per l’affidabilità ci si può lavorare senza troppi patemi. Da notare anche il 14° posto del giovane esordiente Mattia Pasini.Le note dolenti invece arrivano dalle Derbi-Gilera troppo indietro per essere una moto che 2 anni orsono aveva vinto il titolo mondiale.
Ragazzi anche quest’anno ci sarà da divertirsi!

by ed_il_polso

250

Se un pilota che in una pista va più forte di tutti non vince la gara c’è qualcosa che non va…
Oggi il pilota più veloce ( Porto ) è arrivato terzo, dopo aver dato più di un secondo al giro a tutti nel primo giro, dopo aver preso( nel secondo giro ) una curva a velocità tripla rispetto a quella normale andando a finire nella sopraelevata che si usa per le corse di indy…. Dopo essere ripartito 24esimo volando fino a raggiungere un meritato podio, certo che se avesse mantenuto un po più di calma il gradino sarebbe stato un altro…Porto dopo anni di moto kit, private o deludenti quest’anno per la prima volta ha la moto giusta per vincere e a vedere come guida se la meritava certamente prima, credo che farà vedere i sorci verdi a parecchi.

Se un pilota che durante l’inverno invece di provare la nuova moto impara di nuovo a camminare dopo essersi rotto entrambe le caviglie vince la prima gara all’esordio in 250 ( stabilendo tra l’altro il nuovo record di precocità in questa classe ) non può che essere un campione. E infatti pedrosa è un campione, al di là del titolo 125 vinto alla grande l’anno scorso. C’ho un debole per questo pilota, lo ammetto, perché corre usando la testa; basta vedere come sorpassa de puniet: finta di passaggio interno, il francese si gira a destra per controllare l’avversario e pedrosa che passa a sinistra nella curva successiva

Se un pilota che è campione del mondo in carica arriva 4° dopo una gara opaca e rinunciataria e molto staccato dai primi….

Gli altri: bravo a de puniet che si dimostra fortissimo nel giro secco un po meno nella gestione della gara ma è sempre li fra i primi; bravo a de angelis che all’esordio in 250 si mette davanti a dei veterani di lusso della categoria. Deludono invece elias e rolfo che dopo aver regalato spettacolo l’anno scorso con questa honda per ora non vanno… peccato solo che pedrosa abbia una honda, la scusa della moto oggi non c’è più. Nieto? E pensare che stava per vincere un mondiale….

by superpicciMotogp

Sicuramente la yamaha si sarà impegnata di più che negli anni passati, sicuramente lo sviluppo è concentrato solo su di lui, probabilmente la honda ha perso un il bandolo della matassa con troppi piloti… però oggi si è capito che in moto una cosa conta più di tutte le altre… il polso destro!
Speriamo che questo sport rimanga ancora cosi per lungo tempo, e un grazie a rossi per avercelo ricordato…Oggi senza discussioni si è capito chi è il più forte, sicuramente non vincerà tutte le gare ma da oggi credo che tutti gli altri piloti di motogp farebbero meglio a parlar meno e dar gas di più.

Bravo bravissimo max che ha lottato come un leone, come da tempo non faceva più… ha rischiato, ha attaccato, ha sbagliato.. sapeva benissimo cosa c’era in palio: la dimostrazione della superiorità di rossi… non voleva che accadesse ma alla fine si è dovuto inchinare.. sconfitto ma con onore, una battaglia persa ( anche se molto significativa! ).. ma la guerra è ancora lunga!

Alla luce di quanto fatto da rossi le prestazioni di tutti gli altri sono difficili da interpretare:
gibernau porta a casa un buon terzo posto ma lontano dai due italiani, le honda ufficiali di barros e hayden 4 e 5, poi loris capirossi con una desmosedici Gp04 francamente misteriosa e deludente e poi edwards unico pilota honda a correre con il telaio 2003.
Il sogno di Kawasaki e suzuki di star davanti dura pochi giri: prima rompe roberts poi nakano vola in terra, complimenti però sia alle squadre sia ai due piloti.. almeno ci provano!
Un bravo a Byrne che all’esordio e con una moto sempre peggio si porta a casa il suo primo punto mondiale.
Si ritirano invece le due desmosedici 2003, dopo un week end travagliato… le moto che un anno fa impressionavano tutti oggi sono da retrovia… che salti in avanti che fa la motogp ogni anno!
Non parlo delle prestazioni di abe, checa e melandri ( nell’ordine 9°-10°-11° ) con le altre yamaha perché sarebbe come sparare sulla croce rossa.

by superpicci

<< Jerez 2004  | tutte |  Le pagelle di fine stagione >>