Entra nel Forum di Staccata.Com
Garage
Adrenalina
Photo
Il Team
Download
Chat
Forum
Special Parts
Mercatino
I Link
Gli Zainetti
Dai Raduni..
Il Meteo





Ricerca all'interno di:
Inserisci un'altra parola
Risultati 10  20  30
Una splendita “motata” al mare a mangiare i pesce…
by Markino#139
A.D. 2002… sabato spettacolare di un giugno magnifico… in settimana un gruppo di amici fiorentini decide di imbastire una bella gita al mare, una mangiata di pesce; incredibile dopo secoli si riesce a mettere insieme markino e la sua R1, i bazza e la sua tdr850, leo e il suo sv650, dimi&miky faser600, massi&sabry sv650. Nun ci posso credereeeeeee…

Ore 9.00 ritrovo in quel di sesto f.no, collazionati, nella mia piazzetta… tutti puntuali… tutti armati di zaini (anche chi di ciccia!) asciugamani, cianfrusaglie… solo il leo è sprovvisto… ecco che un salto di corsa nella mia casetta è provvidenziale per armare anche colui… via via… Le moto inziano a rombare, in un attimo sono belle carde dato che la temperatura esterna è piacevolissima, un sole uno spettacolo un preludio alla splendida gita… Destinazione San Terenzio (SP), piccolo paese prima di Lerici, confine Toscana-Liguria… un tratto di costa spettacolare… il ristorante è già prenotato, consigliato da massi che conosce… bene bene…

Direzione Prato, strada un po’ trafficata, è sabato i visitatori da mercato sono già in ansia per la strada, fanno traffico, ci divincoliamo… calmi calmi per arrivare alla meta, Prato – Agliana… uno stradone da paura dove se non si scorge forze dell’ordine si pole fare delle belle tirate… ecco che i single si catenano… al primo semaforo aspettano le coppie… gruppo ricompattato, Pistoia, statale direzione Modena-Abetone, tratto bello scorrevole, uscita a dx adesso la strada inizia a farsi interessante… io faccio l’apri pista perché riesco a dare andatura tranquilla a tutto il gruppo per non perdere le bighe. Si sale, il òpiacere di assaporare le curve ad una velocità da gita, bello, veramente bello, si riesce a stare a contatto con l’ambiente, a evitare gli insulti delle vecchiette nei paesi, salutare i bimbetti a cui ancora facciamo un po’ di fascino… non attiriamo vigili locali… Eccoci alla Lima, svolta a sx direzione bagni di Lucca, a dx invece c’è lo splendido Abetone, con direzione Modena ma quella è un’altra storia.

La strada è bella, l’asfalto non è dei migliori un po’ scivoloso, sporco, ma la velocità contenuta ma sempre piacevole anche per chi è da solo e viaggia a temperature alte perché lo scalpitio dei cv è notevole (in previsione è bastata un giubbottino con protezioni, jeans e scarpette ginniche) insomma non ci si addormenta, si gode del serpentone, si fanno ottime traiettorie e si viaggia in sicurezza.

A Bagni di Lucca si svolta a dx sul ponticello direzione Barga, proseguendo per Castelnuovo Garfagnana… a parlare sembra corto, ma tra un po’ di pipi i caffè etc. i tempo passa… passato Castelnuovo la strada si fa + stretta, ma è piacevole, un po’ bianca dai sudicio delle cave, ma l’asfalto tiene… ci fermiamo per una sosta riposo, cicchino in uno splendido posto già conosciuto da diversi di noi, ristorante Calorino, un vecchio mulino funzionante, genera la corrente e muove le macine di uno splendido agriturismo, dove per ora non si dorme ma si mangia da paura, economico, semplice, vecchi sapori spettacolari, un laghetto con trote dove è possibile anche pescare… una bellissima sosta, un saluto all’oste e via si riparte direzione Arni, dove un paese è finito sotto l’acqua, bello veramente da andare a vedere… la strada sale, costeggia delle montagnole, prendiamo direzione Aulla, arriviamo al bivio per Massa, una bella galleria lunga e buia ci proietta sulla spettacolare vista, dalle montagne biache marmoree, del mare… il sole fa dei riflessi bellissimi e il piccolo golfo ha un aspetto gradevole + di quanto lo è in realtà… la versilia e la parte alta sono quelle che sono a livello di mare.

Ammiriamo il panorama e scendiamo, curvette carine, San Carlo Terme… Massa… Marina di Massa… eccoci sul lungo mare, direzione Marina di Carrara, poi per Bocca di Magra e si sale con curve belline belline su per il monte Marcello, offre una splendida vista, direzione Lerici, un crinale da favola, natura e ville, scelgono sempre i posti migliori… ecco che scendiamo… ecco San Terenzio, l’ora giusta, il pancino borbotta… il tempo di parcheggiare, levarsi il giubbotto ed infiliamo nella “La Locanda del Sole Nero”, splendido posticino, molto curato, gente giovane… una mangiata spettacolare, spesa devo dire il giusto per tutto pesce… caffe e certo che va ammazzato… un po’ di riposo e via di corsa al mare… soleeeeee… tuffi… risate…. Arriva l’ora del ritorno, ci vestiamo, caffè per il viaggio… cambiamo strada + tranquilla e veloce, tutto lungo mare fino a Forte dei Marmi, poi prendiamo la strada interna per Massa rosa, Lucca, Monte Quieta, fermata per caffè e bisognini, il tempo pass ma noi stiamo talmente bene che Monetcatini fermata tattica per gelatino e dissetamenti vari… giretto a piedi, cialde per casa, le mitiche… panchina cicchini e poi via verso casa… arriviamo al nostro vecchio barretto da pischelli, apprezziamo la splendida giornata, ci complimentiamo per tutto, saluti e baci ed ognuno prende a ruota alzata la direzione di casa… A quando il bisseeee…

Buone girate a tutti… adesso ci aspetta il 2003…………………………

Dai de gassssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssss…



<< La “valle” incantata  | tutte |  I moscerini sul casco!!! >>