Entra nel Forum di Staccata.Com
Garage
Adrenalina
Photo
Il Team
Download
Chat
Forum
Special Parts
Mercatino
I Link
Gli Zainetti
Dai Raduni..
Il Meteo





Ricerca all'interno di:
Inserisci un'altra parola
Risultati 10  20  30
Staccata in Molise per “Biker For Children”.

Come da programma dopo la raccolta di libri e giocattoli per i bambini dei paesi colpiti dal terremoto mi ritrovo alla vigilia della partenza.
Finisco gli ultimi lavori di ordinaria manuntezione all’Imola, monto borsa serbatoio con sacco a pelo sul codino, moffole scaldamani ai semimanubri ed è tutto pronto.

L’indomani alle sette sono in piedi e mentre guardo le previsioni metereologiche di mezza Italia mi vesto come l’omino della Michelin e salgo in sella.
Alle otto e mezza ho appuntamento con Massimo, un ragazzo di Savona (che mi sopporterà tutto il viaggio :o) ndr), che arriva puntuale con il suo Fazer 600.
Partiamo subito e a La Spezia, nonostante le dettagliatissime cartine che il mio compagno di viaggio aveva scaricato da internet sbagliamo uno svincolo. Con una inversione non proprio da codice della strada su un cavalcavia ci rimettiamo nella direzione giusta.

All’area di servizio di Reggello mentre mi sto indossando la tuta da pioggia perché sono apparse le prime gocce sulla visiera incontro Thundermicio e Superpicci che con il fido 206 si uniscono alla “colonna”. Il viaggio prosegue senza intoppi, il traffico è sostenuto e ci sono molti rallenamenti e code che non permettono andature elevate, nel frattempo le condizioni meteo migliorano un po’
Nei pressi di Roma, facciamo una sosta panino (chiamarlo pranzo mi sembra eccessivo!) in un Autogrill e un ragazzo, notando l’adesivo di “Manopola” sul parafango del mio Guzzi mi chiede se sono di “Staccata.com”. Conosco così il simpatico MaxDemon che ci raggiungerà l’indomani a Bojano.
A San Vittore usciamo dall’autostrada e poco dopo il tramonto arriviamo a destinazione: il capannone che ZiaNana e i Black Taurus hanno attrezzato per ospitarci durante la nostra permanenza.

Quando arrivano Superpicci e Thundermicio mi danno la brutta notizia dell’incidente occorso a JJ (per fortuna senza gravi conseguenze per lui) che purtroppo è dovuto ritornare a casa.
La serata scorre tranquilla tra i numerosi biker presenti e i ragazzi della “Clown terapia” giunti in Molise per far divertire i bambini, verso mezzanotte ci accomodiamo nei nostri sacchi a pelo e ben presto sono nel mondo dei sogni. Nonostante il pavimento un po’ duro e una buona dose di freddo dormo discretamente bene e la domenica mattina alle 7.10 c’è la sveglia generale.

Ci prepariamo tutti, vengono caricati gli ultimi scatoloni sui furgoni e con un po’ di ritardo il gruppone di motociclisti con il carico di doni al seguito parte per il primo paese: Castellino del Biferno.
Veniamo accolti in maniera festosa dalla popolazione mentre stravaganti biker vestiti da Babbo Natale regalano caramelle ai bambini.
Le “catene” provvedono a scaricare i furgoni e in breve tempo libri e giocattoli vengono distribuiti e immagazzinati.
Ormai è ora di pranzo e la Protezione Civile ci offre un bel piatto di pasta nella vicina tendopoli.

Sono quasi le tre e visti i 750 Km che ci separano da casa decidiamo di avviarci senza partecipare al degli altri paesi.
Ci uniamo a due ragazzi toscani del motoclub di Castelfiorentino che percorrono la nostra stessa strada. La luce solare ci accompagna per poco e le uniche soste che ci permettiamo sono per il rifornimento di benzina. Arriviamo così a Firenze stanchi e indolenziti dove un classico panino diventa la nostra cena. Nel frattempo comincia a piovere e gli ultimi chilometri sembrano non finire mai. Esco dall’autostrada mentre Massimo prosegue per Savona, e a mezzanotte parcheggio finalmente il mio 350 nel box e me stesso nel letto.

Il viaggio è stato intenso e faticoso (1500 chilometri in 40 ore), ma per una giusta causa come questa ne è valsa sicuramente la spesa.

Paolo

P.S. Doverosi ringraziamenti vanno a ZiaNana e i Black Taurus per l’ospitalità, a Sago e ai Netbikers per l’organizzazione, a Massimo, Maxdemon, Superpicci e Thundermicio per la compagnia e alla mia moto che nonostante abbia solo 34 Cv mi porta ovunque.

<< Ritornare in Moto!  | tutte |  Uno smanettone in aula! >>