Tutto per la tua moto
Garage
Adrenalina
Photo
Il Team
Download
Chat
Forum
Special Parts
Mercatino
I Link
Gli Zainetti
Dai Raduni..
Il Meteo





Ricerca all'interno di:
Inserisci un'altra parola
Risultati 10  20  30
REGOLAZIONE CARBURATORE DI UN 2 TEMPI
REGOLAZIONE CARBURATORE DI UN 2 TEMPI

CARBURATORE

Il carburatore utilizzato avrà raramente problemi con le impostazioni standard e condizioni di carico, climatiche e barometriche medie. Per eseguire la regolazione fine della potenza del motore, comunque, il carburatore potrebbe richiedere delle regolazioni per le specifiche condizioni di una gara. Osservare le istruzioni che seguono per cambiare le impostazioni del carburatore.

Costruzione:

· Circuito avviamento
Quando il motore viene avviato, al cilindro deve arrivare una miscela molto ricca. Quando il pomello dell'aria viene tirato in su, il carburante viene dosato dal getto di avviamento e viene miscelato con l'aria proveniente dal condotto apposito per fornire una miscela ricca per l'avviamento. La miscela viene scaricata nel cilindro attraverso l'orificio.




(1) POMELLO ARIA (2) GETTO AVVIAMENTO
(3) CONDOTTO ARIA (4) ORIFICIO





· Circuito del minimo
Il carburante viene dosato dal circuito del minimo e viene mescolato con l'aria dosata dalla vite dell'aria. La miscela penetra nel passaggio venturi attraverso il bypass e l'uscita del getto del minimo.



(5) GETTO MINIMO (6) VITE ARIA

(7) BYPASS (8) USCITA GETTO MINIMO



· Circuito principale
Il carburante viene dosato dal getto principale, dallo spillo del getto e dal getto a spillo. Esso viene quindi miscelato con l'aria proveniente dal getto dell'aria ed entra nel passaggio venturi dopo il getto a spillo.

· Piastrina di deflessione
La piastrina di deflessione evita schiuma di carburante oppure un livello di carburante normale attorno al getto principale.

· Vaschetta galleggiante
Il galleggiante e la valvola del galleggiante mantengono un livello del carburante costante nella vaschetta.






(9) GETTO PRINCIPALE (10) SPILLO GETTO
(11) GETTO A SPILLO (12) GETTO ARIA
(13) PIASTRINA DI DEFLESSIONE
(14) GALLEGGIANTE
(15) VALVOLA GALLEGGIANTE


Controlli prima della regolazione
Prima di eseguire la regolazione delle impostazioni del carburatore, controllare quanto segue:
1. Condizioni filtro aria
2. Perdite di aria
3. Fase accensione
4. Livello galleggiante
5. Intasamento getti carburatore
6. Contaminazione candela o gamma temperature scorretta
7. Freschezza del carburante e rapporto benzina/olio

Se tutte le condizioni sopraindicate sono a posto, regolare il carburatore per le condizioni specifiche della gara. La risposta del motore e l'aspetto dell'estremità di produzione della scintilla della candela sono estremamente indicativi delle condizioni del motore.


Procedura di regolazione
1. Riscaldare il motore.
2. Eseguire due o tre giri di percorso con getti standard o corretti (vedere pag. seguente). Prendere nota dell'accelerazione e dì altre condizioni del motore in relazione all'apertura dell'acceleratore. Verificare la carburazione rimuovendo la candela ed osservandone l'estremità di produzione della scintilla. Con una candela nuova potrebbero essere necessari più di due o tre giri del percorso/pista per ottenere una buona indicazione.
3. Cambiare le impostazioni del carburatore oppure selezionare getti adatti prendendo in considerazione le condizioni del motore ed i valori di temperatura e quota (pag. seguente).
4. Se si determina che i getti principale e del minimo devono essere cambiati, è necessario rimuovere la vaschetta del galleggiante.

AVVERTENZA .
· La rimozione del tappo della vaschetta del Galleggiante permette lo scarico del carburante contenuto nella vaschetta stessa. Non rimuoverlo quando il motore è ancora caldo.
· La benzina è estremamente infiammabile ed in certe condizioni anche esplosiva. Rimuovere il tappo in un'area ben ventilata. Non fumare e non produrre fiamme o scintille nell'area.

5. Portare il rubinetto del carburante su OFF e scollegare la linea del carburante dalla valvola stessa.
6. Allentare le fascette dei tubi di collegamento e di aspirazione. Ruotare il carburatore. Rimuovere il tappo della vaschetta del galleggiante.



(1) TAPPO VASCHETTA GALLEGGIANTE
(2) TUBO TRABOCCAMENTO
(3) VITE VASCHETTA GALLEGGIANTE


7. Rimuovere la vite della vaschetta e quindi rimuovere la vaschetta stessa. Cambiare i getti come necessario.



1) GETTO PRINCIPALE
2) GETTO MINIMO

8. Reinstallare la vaschetta del galleggiante ed il tappo.

ATTENZIONE:
· Accertarsi di installare la vaschetta in modo corretto, col collegamento per il tubo di traboccamento rivolto verso il retro della motocicletta.

9. Rimuovere la parte superiore del carburatore, la valvola a farfalla ed il supporto del cavo e quindi cambiare la posizione dell'anellino elastico dello spillo del getto come necessario. Reinstallare lo spillo del getto, la valvola a farfalla ed il supporto del cavo. Reinstallare saldamente la parte superiore del carburatore.
10. Raddrizzare il carburatore e stringere le viti di fissaggio.

11. Regolare l'apertura della vite dell'aria come necessario. Ricollegare la linea del carburante al carburatore.
12. Ripetere i passi da 2 a 10 fino a che il motore non fornisce la massima potenza con indicazioni corrette della candela. E'sempre meglio utilizzare una miscela un poco ricca piuttosto che un poco povera. E' consigliabile annotare le impostazioni, le condizioni del percorso, i tempi di giro e le condizioni climatiche e barometriche come riferimenti per il futuro.


Regolazioni circuiti

Il carburatore possiede diversi circuiti, ciascuno in grado di fornire la miscela benzina/aria appropriata per una certa porzione di apertura della valvola a farfalla.
Il funzionamento di questi circuiti si sovrappone come indicato in basso.

COMPLETAMENTE CHIUSOCOMPLETAMENTE APERTO



· Getto principale
Il getto principale influenza la miscela benzina/aria a tutto acceleratore (4/4). Le sue dimensioni devono essere ridotte ad alta quota.

NOTA:
· Le dimensioni dei getti del carburatore sono codificati con incrementi di 10 unità. Quando si cambiano le dimensioni del getto principale, aumentarle o diminuirle gradualmente sino ad ottenere le dimensioni desiderate. Dato che i numeri delle dimensioni dei getti non corrispondono a quelli di altri fabbricanti di getti, usare solo parti di ricambio originali.


· Spillo getto
Lo spillo del getto controlla la miscela benzina/aria da 1/ 4 a 3/4 di acceleratore. La sezione diritta influisce sulla risposta dell'acceleratore con un'apertura più piccola. Cambiando la posizione dell'anellino elastico è possibile migliorare l'accelerazione alle velocità medio-basse e medie.




(1)ANELLINO ELASTICO (2) SEZIONE DRITTA

· Getto minimo e vite aria
a. Regolare l'impostazione del carburatore utilizzando le informazioni sulla messa a punto sopraindicate.
b. Quando il motore è caldo a sufficienza per funzionare senza dover chiudere l'aria, spingere il pomello dell'aria verso il basso.
c. Allentare il controdado e girare la vite di arresto dell'acceleratore per ottenere un minimo il più possibile regolare:
• Per diminuire il regime, girare la vite in direzione oraria.
• Per aumentare il regime, girare la vite in direzione antíoraria.
d. Stringere il controdado fermando la vite di arresto dell'acceleratore.

COPPIA DI SEREAGGIO: 2 N-m (0,2 kgf-m)

e. Regolare la vite dell'aria per ottenere le migliori prestazíoni fuori dal minimo.
· Se il motore fa difficoltà uscendo da una curva (miscela ricca), ruotare la vite dell'aria in senso antiorario per impoverire la miscela.
· Se il motore si imballa uscendo da una curva (miscela povera), ruotare la vite dell'aria in senso orario per arricchire la miscela.




(1) VITE ARIA (2) VITEARRESTOACCLERATORE
(3) CONTRODADO
(A) AUMENTO (B) DIMINUZIONE

NOTA:
· Le posizioni minima e massima della gamma di regolazione della vite dell'aria sono da 1 a 3 giri in fuori dalla posizione completamente in dentro. Se si eccedono i 3 giri in fuori, è necessario utilizzare il getto successivo più piccolo.



Regolazioni di maggiore entità del carburatore

NOTA:
· Perchè le seguenti raccomandazioni siano accurate, è necessario utilizzare le impostazioni standard come linea di base. Inoltre, non cambiare alcuna impostazione dei getti fino a che non si è determinato quali cambiamenti sono necessari.

Impostazioni standard:
Apertura vite aria - 2 ¼ giri in fuori
Getto minimo - ……………..
Spillo getto - ……………..
Posizione anellino spillo - ……………..
Getto principale - ……………..
Livello galleggiante - 15,0 mm (di norma)
Numero di identificazione - …………….

[A] Fattori di correzione (per cambiamenti in quota e temperatura)

Tutte le impostazioni dei getti sono basate su:
· Impostazioni getti standard
· Rapporto benzina/olio 20:1 (Tipo CM, 32:1)
· Motore non modificato (incluse luci, scarico e fase)

Legenda

AS:Apertura vite aria da completamente avvitata
Sj:Getto minimo
JN CLIP:Posizione anellino spillo getto
JN:Spillo getto
Mj:Getto principale


Esempio TABELLA : Carburatore Mikuni



Nota: Le indicazioni della tabella sono relative a un carburatore Mikuni, ma si evince comunque la variazione delle dimensioni in funzione delle temperature e della quota. Potete variare la vostra partendo dallo STD. [STD ]

MESSA A PUNTO PER CONDIZIONI SPECIALI

Una volta regolato il carburatore in relazione alla temperatura ed alla quota, esso non richiede altre regolazioni di maggiore entità a meno che le condizioni di gara non cambino drasticamente. Vi sono comunque alcune uniche condizioni atmosferiche o situazioni di gara che possono richiedere regolazioni addizionali.

Esse vengono indicate di seguito.

NOTA:
· Per evitare danni al motore, regolare sempre il getto principale prima di regolare lo spillo. Se vi sono dei dubbi, scegliere sempre il getto successivo più ricco in modo da avere un margine di sicurezza.

Getto principale
· Selezionare un getto principale più ricco, di un numero, quando:
* la gara possiede una sezione diritta o in salita molto lunga;
* una grande percentuale di sabbia oppure quando è molto fangosa.
· Selezionare un getto principale più povero, di un numero, quando:
* il tempo è molto umido o sta piovendo oppure la temperatura supera i 45°C.

NOTA:
Dopo aver consultato la tabella ed aver eseguito tutte le regolazioni necessarie per le condizioni speciali non dovrebbe essere necessario andare oltre la selezione di un getto più ricco o più povero di un numero per eseguire la regolazione fine della carburazione. Se fossero necessari cambiamenti di getto di maggiore entità, controllare se vi sono tenute dell'albero motore usurate, perdite di aria, sistemi di scarico o di alimentazione del carburante bloccati o intasati oppure un filtro dell'aria sporco.



INDICAZIONI COLORE CANDELA
NormaleDa Marrone scuro a marroncino con elettrodo asciutto
SurriscaldamentoGrigio chiaro o BiancoMiscela povera a)
Bagnata Bagnata o fuligginosaMiscela ricca b)


Ricordare che oltre a getti inappropriati:

a. Una condizione di miscela povera può essere dovuta a perdite di aria nel condotto di aspirazione, del giunto centrale del carter e della tenuta dell'albero sul lato dell'accensione.
b. Una condizione di miscela ricca può essere causata da una perdita della tenuta sul lato della trasmissione primaria che aspira olio del cambio nella miscela benzina/aria. In questo caso vi sarà fumo eccessivo.


Cambiamenti generali dovuti a temperatura e quota
CondizioniLa miscela saràRegolareComponente aggiustato
Temperature bassePoveraPiù riccaGetto principale(spillo getto)
Temperature alteRiccaPiù poveraGetto principale(spillo getto)
Aria seccaPoveraPiù riccaGetto principale(spillo getto)
Umidità elevataRiccaPiù poveraGetto principale(spillo getto)
Alta quotaRiccaPiù poveraGetto principale(spillo getto)


Edited by Chillik

<< Il Bidone dell'olio usato  | tutte |  Smontaggio/Montaggio di un Carburatore >>