Entra nel Forum di Staccata.Com
Garage
Adrenalina
Photo
Il Team
Download
Chat
Forum
Special Parts
Mercatino
I Link
Gli Zainetti
Dai Raduni..
Il Meteo





Ricerca all'interno di:
Inserisci un'altra parola
Risultati 10  20  30
Mondial, il grande ritorno
INTERVISTA A ROBERTO ZILETTI, PRESIDENTE MONDIAL MOTO

Nella foto la nuova Mondial Piega.

Signor Ziletti come le è venuta in mente l’idea della Mondial Piega?

“E’ da quando ero bambino che coltivo questa passione smisurata per la motocicletta, passione che ho cercato di coltivare da giovane correndo nel motocross, ma che poi, non avendo le risorse economiche per proseguire ho abbandonato. Ultimamente, visto che la vita mi ha sorriso, nel 1999 ho deciso di riesumare questo marchio prestigioso che purtroppo, come molti altri, era finito ingiustamente nel dimenticatoio. E siccome in me domina l’indole romantica, allora, invece di chiamare la moro ‘Roberto Ziletti’, ho preferito scegliere un marchio affascinante come Mondial, il primo ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro del Motomondiale, e così è nato il progetto”.

Al nome Piega come ci è arrivato?

“Il nome Piega l’ha dato mio figlio Mario che all’epoca aveva quattro anni. Un giorno, eravamo a tavola, gli ho chiesto come l’avrebbe chiamata lui una motocicletta, e senza pensarci troppo mi ha risposto dicendo di chiamarla piega così saremmo potuti andare insieme a fare le pieghe, tutto qui”.

Lei ha dichiarato che il business della moto non la interessa, può spiegare meglio questo concetto?

“Io ha un’attività imprenditoriale che sta andando molto bene (quarto produttore mondiale di matrici per la stampa, ndr), e che mi da molte soddisfazioni. La moto per me è un sogno, una passione che coltivo da sempre, e non ambisco, almeno nella fase iniziale dell’attività dell’azienda, ad utilizzare metodologie orientate al business, mi interessa fare una cosa che abbia senso, che stia in piedi, e che si paghi, punto, questo è il mio obiettivo”.

Nel futuro del marchio Mondial cosa c’è?

“Allora, a fine anno presenteremo al Motor Show la ‘Nuda’, derivata dalla meccanica della Piega, sarà una moto veramente bella, non convenzionale, in nostro obiettivo è quello di introdurre sul mercato, ogni anno, un modello nuovo, ma sempre nella logica dei piccoli numeri, grandissima qualità, e purtroppo, prezzo elevato. Ma non elevatissimo, perché se andiamo ad analizzare la moto come è realizzata il prezzo non è elevato, glielo garantisco. Il passo successivo è quello di poter tornare a correre, che è il sogno nel cassetto, ma lo faremo solo quando avremo la consapevolezza di essere ragionevolmente competitivi. Se tutto va bene l’anno prossimo saremo al via nel mondiale Suberbike. Inoltre siamo già pensando al terzo modello che prevede la presentazione del prototipo nel 2004, ma forse per parlare di questo è ancora troppo presto”.

Come funzionerà la rete di vendita della Mondial?

“Intendiamo puntare innanzitutto sulla qualità del servizio, come ho già avuto modo di dire a noi non interessano grandi numeri, vogliamo la soddisfazione del cliente e un rapporto diretto con lui che potrà così scegliere se portare la moto per la manutenzione nelle officine autorizzate oppure direttamente in azienda. Attraverso Internet poi potremo raggiungere tutte le località dove non saremo presenti fisicamente, offrendo la possibilità di acquisto online. In nostro nuovo sito web servirà anche come strumento di comunicazione per informare gli iscritti al Club Mondial e tutti gli appassionati sulle novità e sulle attività dell’azienda”.

<< BENELLI TORNADO TRE Limited edition  | tutte |  SBK: Suzukisti a Monza >>